"Le chicche informatiche di NiMo"

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

"Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da NiMo il Mer Gen 14, 2009 10:54 am

"Le chicche informatiche di NiMo"

Nelle sue scorribande per la rete NiMo spesso trova delle vere chicche che vuole condividere con tutti voi.



Eccovi la prima:

"Allargare il nostro Desktop con 360desktop (ver. 0.7.1 [32&64 bit])"
Lo spazio del Desktop è limitato? Bisogna allargarlo per tenere più applicazioni aperte e visibili nello stesso momento e se non avete intenzione di comprare un secondo monitor, una soluzione gratuita è 360desktop. Questo software permette di estendere la larghezza del nostro Desktop, di aprire programmi nelle varie porzioni del Desktop allargato e di spostarsi all’interno di esso. Questa volta gli effetti 3D, oggi tanto in voga, non c'entrano nulla. Dopo l'installazione di 360Desktop, infatti, la scrivania di Windows rimane rigorosamente 2D. L'effetto "360 gradi" è dato dalla possibilità di scorrere lo spazio di lavoro oltre la sua estensione standard fino a ritornare al punto di partenza. Uno spazio circolare navigabile bidimensionalmente. Lo scorrimento orizzontale del desktop, reso più scenografico dall'utilizzo di appositi sfondi panoramici, può essere personalizzato sotto vari aspetti: si può ad esempio decidere se le icone del desktop e/o le finestre delle applicazioni debbano scorrere insieme al desktop o rimanere nella propria posizione. Per eseguire lo scrolling del desktop ci sono due modi: spostarsi con la freccetta del mouse verso i bordi dello schermo, o utilizzare QuickNav, una sorta di mappa che consente di muoversi rapidamente da una parte all'altra del desktop panoramico. Sebbene 360Desktop non contenga al suo interno un motore di widget, offre all'utente la possibilità di "agganciare" al desktop praticamente qualunque tipo di contenuto online, incluse pagine web, feed RSS, giochi in Flash, video ecc. I contenuti così linkati, che possono essere aggiunti anche copiando il rispettivo codice embedded (come, ad esempio, un video di Youtube), sono visualizzati all'interno di una finestra ridimensionabile a piacere: ciò consente, ad esempio, di tenere dei siti sempre sott'occhio, in un angolo della scrivania virtuale. Attualmente gli sfondi panoramici integrati nel programma sono due, e sul rispettivo sito se ne possono scaricare tantissimi altri: in futuro gli sviluppatori di 360Desktop contano di fornire agli utenti la possibilità di realizzarne di propri. Il programma dispone di un completo Tutorial che si può visionare aprendo il widget da 360 Manager:
Scaricare e installare 360desktop:

Collegatevi al sito di 360desktop fate click sul pulsante 360desktop Free Download e scaricate il programma. Al termine dello scaricamento, fare doppio click sul file d’installazione scaricato. Nella finestra che si apre, fare click sul pulsante Next, spuntare la voce I accept the license agreement e fare click sul pulsante Next. Al termine del processo d’installazione, fare click sul pulsante Finish.
Come utilizzare il Desktop “allargato” di 360desktop:
Per allargare il Desktop, fare doppio click sull’icona 360desktop presente sul Desktop. Viene cambiato lo sfondo del Desktop e quest’ultimo allargato: ci si può spostare nel Desktop allargato anche utilizzando la barra in alto a destra sullo schermo. Dopo essersi spostati in una porzione del vostro nuovo Desktop allargato, potete aprire un programma o una cartella che rimarranno aperti in quella porzione di Desktop. Io, ad esempio, ho aperto il programma di chat in una porzione di Desktop allargato, mentre in un’altra tutti i programmi necessari per il mio lavoro. Ecco uno screenshot del desktop di NiMo con il QuickNav ed il 360 Manager in primo piano:
E’ possibile far avviare 360desktop a ogni accensione del computer: fare click sull’ultima icona della sua barra presente accanto all’orologio di Windows (in Vista), spostarsi nella voce Options e cliccare su Launch on Windows Startup per spuntarla. Il software è compatibile con le finestre 3d di Vista e con Xp ed anche se è una beta è molto stabile.


Link dei video presenti nel Tutorial:
Nelle FAQ del programma si legge che 360Desktop "rimarrà per sempre gratuito": i suoi autori contano di guadagnare dalla distribuzione di contenuti "brandizzati", come ad esempio widget e sfondi contenenti riferimenti o pubblicità a prodotti e marchi commerciali. La pubblicità, assicurano gli ideatori del programma, non farà mai parte dell'applicazione in sé, che resterà libera da adware o spyware.
Buon 360desktop a tutti.


Ultima modifica di NiMo il Dom Gen 24, 2010 11:18 am, modificato 17 volte

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da Pink il Mer Gen 14, 2009 4:54 pm

Provato da tempo! devo dire che è carino, però poco pratico.
Un pò disorientante.. ha poi il vizio di lasciare una parte in verticale della parte opposta del desktop successivo.

_________________
Pink gira in Frisbee Euro 7 Touring Black
avatar
Pink
Admin

Numero di messaggi : 684
Età : 58
Località : Palermo
Data d'iscrizione : 28.10.08

http://bicielettriche.forumattivo.com/forum.htm

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da NiMo il Mer Gen 14, 2009 5:39 pm

Che versione beta hai provato?
Qui parlo della versione 0.7 uscita da poco che non soffre del bug da te descritto.

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da Pink il Mer Gen 14, 2009 9:36 pm

mah.. non ricordo.. OK riproverò!

_________________
Pink gira in Frisbee Euro 7 Touring Black
avatar
Pink
Admin

Numero di messaggi : 684
Età : 58
Località : Palermo
Data d'iscrizione : 28.10.08

http://bicielettriche.forumattivo.com/forum.htm

Torna in alto Andare in basso

Navigare su internet in 3D

Messaggio Da NiMo il Gio Gen 22, 2009 7:51 pm

Per navigare su internet si utilizzano i browser dove si mette l'indirizzo o la URL di un sito e si naviga tra le pagine web. I browser utilizzati dal 99% della popolazione mondiale sono 4: Internet Explorer, Firefox, Opera e Chrome.
Tanti altri browser esistono nella galassia internet, meno usati e meno popolari, un esempio è Flock, che funziona benissimo ed è configurato per navigare sui social network come Facebook, Myspace, Netlo ecc. Flock è un browser multimediale che si integra molto bene con YouTube e i servizi di streaming video.
In questo articolo, voglio parlarvi di un browser, uscito nel 2007, innovativo ed avvenieristico che si chiama SpaceTime.

SpaceTime è un browser per navigare su internet in tre dimensioni.
Praticamente, quando si effettua una ricerca su Google con Spacetime, i risultati vengono presentati a gruppi di 5 o 10, come delle schede in 3D che si possono sfogliare a colpi di mouse.
I risultati della ricerca sono quindi visualizzati in anteprima e basta cliccare sulla scheda scelta per ingrandirla e visualizzarla come i browser normali.

La prima immagine che esce quando si cerca sul motore di ricerca, è una scheda che fa riferimento ai risultati sulla pagina web di Google, mentre le successive schede vengono visualizzate, sotto la prima, in prospettiva, e sono le pagine a cui puntano i risultati del motore di ricerca.
Tutte queste pagine possono essere sfogliate molto velocemente e comodamente come se si avesse un mazzo di carte in mano.
Una volta scelta la pagina da vedere, vi si clicca due volte sopra e si vede normalmente; premendo sul tasto "go back" in alto a destra, si torna alla ricerca effettuata.
Le ricerche, purtroppo, sono limitate ai motori di ricerca che si vedono nel riquadro in alto a destra e che sono: Google.com, Google immagini, Yahoo, Yahoo immagini, YouTube, Flickr, Ebay USA, Amazon e alcuni Feed.
L’esperienza è assolutamente da provare e con questa modalità di navigazione su internet, sembra quasi di essere immersi in un film di fantascienza.
Tra le opzioni, attivabili con il tasto destro, sono molto divertenti quelle relative al "movement" cioè a come si sfogliano le pagine web e l'effetto grafico della navigazione su internet.
Nelle preferenze vi sono altre opzioni per avere una resa grafica sempre più tridimensionale e bella da vedere e utile nelle modalità di ricerca del termine o di esame della pagina.
Le ricerche vengono tenute in memoria e si può cosi navigare tra le pagine web usando diverse chiavi di ricerca assieme.

La ricerca dei video e delle immagini è molto bella da vedere ma ricorda molto il plugin, per explorer e firefox, Cooliris, il quale in effetti per me è molto più veloce e, lo stesso, di grande effetto.

L'unico problema di questo browser 3D è la sua pesantezza dovuta agli effetti grafici.
Se comunque quando era uscito, nel Giugno del 2007, era molto pesante e lento, oggi la navigazione 3D è molto più fluida anche se occupa molta memoria Ram.

Personalmente l’ho trovato molto comodo (a proposito, il programma è Freeware) e veloce per fare delle ricerche su Google perchè si riesce ad intuire subito la pagina che può essermi utile.
Pur non consigliando di utilizzarlo come browser principale, non posso che esortare almeno a provarlo e vedere di cosa, sicuramente, saranno capaci i browser internet del futuro.
Buon SpaceTime a tutti.

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Microsoft Songsmith

Messaggio Da NiMo il Dom Gen 25, 2009 12:32 pm

Microsoft Songsmith è un nuovo software che permette di creare basi musicali semplicemente attaccando un microfono al PC e accennando il motivo della canzone. Il software crea automaticamente l’accompagnamento musicale cercando di avvicinarsi al ritmo e alla tonalità della voce. Si potrebbe definirlo una sorta di blocco note musicale, al contrario di altri software per la produzione musicale Songsmith produce il risultato finale senza intervento umano.

Naturalmente le tracce che è possibile creare non sono molto articolate e complesse, ma possono essere una buona base musicale per le proprie composizioni.
Il procedimento per creare una canzone si basa essenzialmente su una procedura guidata chiamata “Song Starter” che, tramite varie domande, permette di scegliere lo stile e il tempo della canzone ancora prima di registrare il motivo tramite il microfono. È possibile scegliere tra diversi stili come California Soft Rock, Funk o Dance Pop.

Dopo aver scelto lo stile e il tempo, si passa alla modalità registrazione, a questo punto basta accennare nel microfono la melodia seguendo il ritmo che il software indica. Una volta finita la registrazione, viene automaticamente creato l’accompagnamento musicale e viene riprodotto il risultato per prova. Dai test emerge come i risultati siano abbastanza buoni, anche migliori del previsto e l’algoritmo risulta essere molto veloce. Il risultato, infatti, viene presentato dopo qualche istante.

Grazie a sofisticate tecniche di intelligenza artificiale sviluppate da Microsoft Research in collaborazione con l'università di Washington e ad una attenta analisi della voce proveniente dal microfono, Songsmith è in grado di generare l'accompagnamento praticamente in real-time, accompagnando sin da subito la melodia cantata dall'utente.
Una volta completato il lavoro, il programma offre la possibilità di modificare quanto generato in automatico, agendo ad esempio sulla progressione degli accordi, sulla linea di basso o sul timbro degli strumenti utilizzati.

Nuovi suoni strumentali possono essere acquistati attraverso il portale Garritan, mentre stili musicali alternativi sono a disposizione da PG Music Inc.

Songsmith non è un programma freeware, ma viene offerto attraverso Microsoft Store ad un prezzo pari a 29 € (al momento solamente in versione "download"). Per chi fosse interessato ad un giro di prova, Microsoft ha reso disponibile una trial gratuita del software pienamente funzionante in grado di offrire sei ore di utilizzo.
Songsmith si conferma come un software valido e ben progettato che, naturalmente, non offre risultati ai livelli di altri software di produzione musicale blasonati come Garage Band della Apple. Tuttavia è sicuramente un ulteriore sintomo dello sforzo che Microsoft sta mettendo nella ricerca e lo sviluppo di soluzioni innovative.
Buon Songsmith a tutti.


Ultima modifica di NiMo il Ven Feb 13, 2009 12:46 pm, modificato 2 volte

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da Pink il Lun Gen 26, 2009 1:43 am

lo proverò! mi diverte una cosa simile bounce

_________________
Pink gira in Frisbee Euro 7 Touring Black
avatar
Pink
Admin

Numero di messaggi : 684
Età : 58
Località : Palermo
Data d'iscrizione : 28.10.08

http://bicielettriche.forumattivo.com/forum.htm

Torna in alto Andare in basso

StandaloneStack

Messaggio Da NiMo il Ven Feb 13, 2009 12:33 pm

"Come avviare i documenti più rapidamente"
Il menu Start di Windows è diventato un vero e proprio bazar? Aprire programmi, documenti e cartelle è diventato un incubo? Crea degli “Stack” e dimentica tutti i tuoi problemi.
Quando un programma gratuito riesce a semplificare e velocizzare l’utilizzo quotidiano del PC, non posso che esserne entusiasta! StandaloneStack permette infatti di creare degli speciali collegamenti, chiamati Stack, attraverso i quali accedere velocemente a file, cartelle e programmi, rendendo tutto il contenuto di una cartella sempre a portata di click. Ecco come funziona:
Il primo passo che devi compiere è quello di collegarti al sito Internet di StandaloneStack e cliccare sulla voce StandaloneStack 1.0 (zip 413 Ko) per scaricare il programma.
A scaricamento completato apri, facendo doppio click su di esso, l’archivio standalonestack.zip ed estraine il contenuto in una cartella qualsiasi. Fai quindi click con il tasto destro del mouse sull’icona del file StandaloneStack.exe e seleziona la voce Copia dal menu contestuale, spostati in un’area vuota del Desktop, fai click con il tasto destro del mouse e seleziona la voce Incolla collegamento dal menu.
Seleziona, facendo click con il tasto destro del mouse su di essa, l’icona Collegamento a StandaloneStack e seleziona la voce Proprietà dal menu. Digita il nome che vuoi assegnare allo stack da creare (ad es. “Office”) alla fine del campo di testo Destinazione, mettendo uno spazio dopo l’indirizzo del programma StandaloneStack.exe.
Rinomina l’icona Collegamento a StandaloneStack presente sul desktop nello stesso modo in cui hai deciso di chiamare lo stack (nel mio caso “Office”) ed apri il programma StandaloneStack facendo doppio click su quest’ultima. Nella finestra che compare, clicca sul pulsante posizionato di fianco alla voce Folder per selezionare la cartella che contiene le icone che vuoi visualizzare aprendo lo stack, fai click sul pulsante posizionato di fianco alla voce Icon per cambiare l’icona dello stack (se vuoi) ed imposta la modalità di visualizzazione degli elementi attraverso il menu a tendina situato accanto alla voce Mode, sapendo che Grid equivale alla visualizzazione a tabella e Fan a quella incolonnata.
A questo punto, facendo doppio click sul collegamento Office presente sul desktop (ovvero quello che hai appena creato), vedrai la comoda lista di icone che hai impostato nello stack. Per variare le impostazioni di quest’ultimo, non dovrai far altro che tenere premuto il tasto Shift (quello situato sopra il tasto Ctrl) della tastiera del tuo computer mentre effettui il doppio click sull’icona.
Per creare altri stack, non dovrai far altro che seguire la stessa procedura appena vista. Le uniche differenze dovranno essere il nome del collegamento, il testo da digitare nella parte finale del campo Destinazione (nelle proprietà) e la cartella di riferimento. Inoltre, ricorda che puoi creare gli stack dove preferisci, anche nella barra di avvio veloce (quella situata vicino il pulsante Start).
Il Programma funziona perfettamente in Windows XP e Vista 32 e 64 Bit.
Eccovi due screenshot del nuovo Desktop di NiMo (Vista x64).




Buon StandaloneStack a tutti.

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da NiMo il Ven Mar 20, 2009 4:02 pm

"Internet Explorer 8"

E’ arrivato Internet Explorer 8. E’ possibile scaricare e installare la versione definitiva del browser di casa Redmond, con cui Microsoft intende porre un freno all’esodo dei propri utilizzatori verso i concorrenti, Firefox in primis. Il lancio avviene in concomitanza alla conferenza MIX09, dedicata al Web e promossa da Microsoft, che si sta svolgendo a Las Vegas in questi giorni. Dove Steve Ballmer e i suoi hanno già preparato i fuochi artificiali per l’atterraggio sul Web del proprio browser. Ma i concorrenti non stanno certo a guardare: dal velocissimo Safari 4 (beta) al nuovo Chrome 2.0 (beta) fino all’atteso Firefox 3.5, sono molte le novità, e agguerriti i rivali intenzionati a spodestare sua maestà IE8.
Le novità di Internet Explorer 8. Le principali differenze fra la versione RC1 (già resa pubblica in gennaio) di Internet Explorer e quella definitiva, disponibile da oggi, risiedono essenzialmente nella velocità di navigazione (migliorata), e nella risoluzione di diverse anomalie riscontrate in fase di test.
Più in generale Microsoft ha lavorato sodo per adeguarsi il più possibile agli standard imposti dal Web (malgrado non abbia ancora superato tutte le verifiche necessarie), e a quelli imposti dall’Unione europea: come ad esempio la possibilità di disattivare lo stesso Internet Explorer 8 sul prossimo sistema operativo Windows 7 atteso per fine anno.
A tutta velocità. Il nuovo IE8, intanto, risulta più scattante del suo predecessore - Internet Explorer 7 - ma non solo. Secondo Microsoft stessa lascerebbe al palo il browser lanciato da Google, Chrome, e il suo principale rivale, Firefox, promosso dalla Fondazione Mozilla. E’ inoltre più sicuro e stabile ed è stata migliorata la barra di ricerca. Ma soprattutto IE8 introduce alcune novità su cui a Redmond puntano parecchio. La prima si chiama “Web Slices”, ovvero “fette di web”, che si trova nella barra dei preferiti, grazie alla quale à possibile seguire i cambiamenti che avvengono sulle pagine visitate in passato, ma che non si sta necessariamente visitando al momento. Una sorta di feed RSS evoluti, utile per tenere d’occhio ad esempio aste online, condizioni meteo oppure oscillazioni di borsa.
La seconda novità va sotto il nome di “acceleratore”. In questo caso basta un click col tasto destro su una parola e l’utente ha la possibilità di mandare una mail, consultare una mappa, condividere immagini o testi. Si tratta di componenti aggiuntive da installare o già disponibili con cui è possibile agevolare la condivisione o la ricerca di informazioni.
Privacy e sicurezza made in Redmond. Discorso a parte, ma non mento importante, quello che riguarda la privacy con Internet Explorer 8. Il nuovo browser offre una serie di opzioni utili a garantire sicurezza e privacy dell’utente. Quella che più ha conquistato l’attenzione dell’opinione pubblica è nota come “InPrivate Browsing”, conosciuta informalmente dai più come “porn mode”. Navigare nel Web in questa modalità permette all’utente di non lasciare traccia del proprio passaggio. In latri termini ciò significa che i cookie, i file temporanei, la cronologia, le informazione che si sono digitate al momento della compilazione di un form, così come i dati di accesso a un sito, tutto ciò scomparirà non appena si chiude Internet Explorer.
Ma non basta. L’ultimo nato in casa Redmond è s tato fornito di un controllo anti malware (software che possono causare danni una volta installati), e anti-phishing, grazie al quale vengono segnalati siti sospetti di cui è bene non fidarsi. Infine, un’altra caratteristica presente nel browser è il cosiddetto “InPrivate Filtering”, ovvero la possibilità di impedire a qualsiasi sito di recuperare informazioni sulle nostre abitudini online a nostra insaputa.
La guerra dei browser continua. La discesa in campo del numero uno, rinnovato e aggiornato, ha rimesso in moto la gara dei browser per la conquista del Web. A contendersi il cyberspazio, oltre a Internet Explorer, saldo al primo posto ma in costante flessione (67.4% del mercato secondo Net Applications nel primo quarto del 2009), c’è Firefox (21.6%), al terzo posto e in rapida crescita il browser di Apple, Safari (8.2%), e a seguire quello di Google, Chrome (1.1%). E proprio quest’ultimo ha deciso di lanciare oggi la versione 2.0 beta (essenzialmente la versione 2.0.169.1 distribuita la scorsa settimana come anteprima per sviluppatori) in cui aggiunge alcune nuove funzioni, ma sostanzialmente migliora la velocità di navigazione.
Per non parlare della beta di Safari 4, lanciata da Apple non più tardi di qualche settimana fa, velocissima e stabile che sta conquistando sempre più spazio fra gli utenti. Non rimane che aspettare la risposta di Firefox, fermo alla versione 3.1 beta3, e con qualche ritardo sulla tabella di marcia verso la sua nuova versione, la 3.5. Non resta che seguire a questo punto l’andamento delle statistiche e sperare - dicono molti utenti commentando la notizia del nuovo IE8 - nella scomparsa definitiva di Internet Explorer 6. Una vera e propria iattura per ogni webmaster.
Scarica gratis Internet Explorer 8

Buon Internet Explorer 8 a tutti.


Ultima modifica di NiMo il Gio Set 17, 2009 9:02 am, modificato 2 volte

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da Pink il Sab Mar 21, 2009 10:24 pm

MAAHHHHH.. vedremo.. Rolling Eyes

_________________
Pink gira in Frisbee Euro 7 Touring Black
avatar
Pink
Admin

Numero di messaggi : 684
Età : 58
Località : Palermo
Data d'iscrizione : 28.10.08

http://bicielettriche.forumattivo.com/forum.htm

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da NiMo il Mer Apr 29, 2009 1:25 pm

A pochi giorni dal suo debutto ufficioso sulla rete torrent, Microsoft si è finalmente decisa a pubblicare ufficialmente il tanto atteso Service Pack 2 per Office 2007.

Tra le principali novità del “paccozzo“, che pesa 294MB ed impiega circa 5 minuti ad installarsi su versioni di Office puntualmente aggiornate, troviamo il tanto agognato supporto per i formati di file di OpenOffice (odt, ods, ecc.), il supporto per i documenti in formato XPS, l’introduzione della possibilità di salvare i file in formato PDF o XPS (non ci sarà più bisogno d’installare il famoso add-on adatto allo scopo) e molto altro.

Qui la pagina per il download, di seguito la lista completa delle novità:

Word:

Migliorata la qualità dei file di output in PDF ed XPS

Integrazione completa del modello a oggetti grafico di Excel.

Excel:

Migliorato il meccanismo di creazione dei grafici.

Possibilità di aggiungere il modello a oggetti grafico in Word e PowerPoint.

Migliorata la qualità della stampa degli elementi grafici, specialmente mediante le stampanti PCL.

Aggiunte lira maltese e pound cipriota allo strumento di conversione valuta dall’euro.

Outlook:

Migliorate le performance (avvio, spegnimento, ricerca e passaggio tra diverse cartelle).

Calendario migliorato.

Diminuite le occasioni nelle quali viene richiesta ed effettuata la revisione dei dati.

Diminuiti i doppioni nei feed RSS.

Miglioramento nel modello a oggetti.

PowerPoint:

Migliorata la fase di controllo delle forme quando è attivo lo zoom.

Salvataggio ripetuto dei file velocizzato.

Migliorata la qualità delle immagini salvate in .jpeg, .png, e .gif.

Miglior riproduzione del testo in presentazioni realizzate con vecchie versioni di PowerPoint.

Risolti alcuni problemi legati alla stampa.

Miglior integrazione con l’esplora risorse di Windows Vista.

Integrazione completa del modello a oggetti grafico di Excel.

OneNote:

Migliorata la funzionalità di sincronizzazione con SharePoint.

Ripristino dell’icona nell’area di notifica quando chiusa manualmente. Occorre disabilitarla dalle opzioni del programma.

Supporto dell’OCR per la lingua giapponese.

Groove:

Migliorata la funzionalità legata ai moduli.

Migliorata la funzione di sincronizzazione.

InfoPath:

Migliorate sicurezza e stabilità del programma.

Migliorata la compatibilità dei moduli con gli altri prodotti Microsoft (es: Groove e Outlook).

Access:

Possibilità di esportare i report in Excel.

Supporto del campo memo nel wizard per gli indirizzi di posta elettronica.

Risolti problemi legati ai wizard di importazione dei dati, ai report di stampa ed anteprima, alle macro, all’integrazione in Excel e ai filtri dati.

Aggiornamenti per le Access Developer Extensions.

Publisher:

Migliorata la qualità della stampa delle cartoline a doppia colonna e degli opuscoli.

Risolti alcuni problemi nella stampa, nel layout HTML degli oggetti raggruppati in Internet Explorer 8, nei tab-stop, nelle e-mail e nelle librerie.

Buon Office 2007 SP2 a tutti.

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da Pink il Mer Mag 06, 2009 10:23 pm

e bravo superNiMo informatic man Very Happy

_________________
Pink gira in Frisbee Euro 7 Touring Black
avatar
Pink
Admin

Numero di messaggi : 684
Età : 58
Località : Palermo
Data d'iscrizione : 28.10.08

http://bicielettriche.forumattivo.com/forum.htm

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da NiMo il Gio Mag 07, 2009 9:10 am

Tanks great Pink old man !!! Very Happy

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Rivoluzionario motore di ricerca

Messaggio Da NiMo il Ven Mag 08, 2009 9:04 pm

"Rivoluzionario motore di ricerca"

Wolfram Alpha, l’atteso rivoluzionario motore di ricerca presentato come l’anti-Google del futuro, è il noto matematico britannico Stephen Wolfram, ideatore dello straordinario software Matematica.
Diversamente dal motore di ricerca più consultato del Web, Google, che lavora per parole chiave, proponendo poi una'infinita quantità di link, Wolfram Alpha, invece, mira a dare delle risposte precise a domande precise, interpretando e utilizzando il linguaggio naturale, proprio come si farebbe dialogando con un esperto, capace di distinguere tra diversi livelli semantici.
Sarà possibile fare domande del tipo: "Quando sarà visibile da Pisa la prossima eclisse di sole?". Il sistema sarà in grado di sapere esattamente la temperatura di un giorno specifico, correlare praticamente ogni dato storico, e rispondere ad esempio a una domanda molto specifica e precisa, come “Che condizioni atmosferiche c'erano a Londra nel giorno in cui fu assassinato John Kennedy a Dallas?" o “l’anno di costruzione del Golden Gate di San Francisco”.
Il motore interpreta ed elabora le domande proprio come il cervello umano, incrociando tutti i dati a disposizione. Insomma, una capacità di intendimento senza precedente e un primo passo verso l’intelligenza artificiale. "Siamo solo all'inizio", spiega il professor Wolfram, "L'obiettivo è quello di fare in modo che la conoscenza sia accessibile a chiunque, ovunque e in qualsiasi momento".
Il primo motore di ricerca semantico, è stato definito dagli studiosi di Harvard, dove è stato presentato ufficialmente, il «Sacro Graal della Rete». Una prima versione sarà messa a disposizione degli utenti entro fine Maggio.
Non vedo l'ora di provarlo !!!


Ultima modifica di NiMo il Ven Lug 03, 2009 7:33 am, modificato 2 volte

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Wolfram Alfa è online!

Messaggio Da NiMo il Mar Mag 19, 2009 8:31 am

"Wolfram Alfa è online!"

Entra finalmente in servizio l'atteso "motore di conoscenza" Wolfram Alpha.
Non un semplice motore di ricerca ma una pietra miliare nell'evoluzione della divulgazione scientifica.
Uno dei rimproveri che più spesso viene mosso ai motori di ricerca (e al Web in generale) è di favorire la proliferazione di informazioni frammentarie, incomplete se non addirittura spesso totalmente errate. Il problema è avvertito soprattutto da chi utilizza la Rete come strumento di ricerca o di studio: reperire informazioni corrette e pertinenti è assai difficile perché spesso sono sommerse dal rumore di migliaia di risultati scritti in modo frettoloso e poco accurato.
Da qui l'idea di creare un motore di ricerca con un approccio più "scientifico": Wolfram Alpha. Nonostante il progetto sia ancora in stadio embrionale, tuttavia si propone l'ambizioso obiettivo di raccogliere tutta la cultura scientifica e di renderla accessibile a chiunque.

Partorito dal fisico e matematico inglese Stephen Wolfram, questo progetto mira a diventare il punto di riferimento di tutta la divulgazione scientifica nel XXI secolo. Attualmente la mole d'informazioni a disposizione di wolfram alpha è di oltre 10 trilioni di dati e oltre 50.000 algoritmi e modelli, ma i suoi sviluppatori sottolineano che si tratta solo dell'inizio.

La differenza fra Wolfram Alpha e Google è che il primo non è un motore di ricerca, o almeno non lo è nell'accezione abituale: le informazioni non vengono reperite da altri siti ma da una biblioteca interna. Il grado di attendibilità e precisione è, quindi, nettamernte superiore. Annunciato al popolo di Internet due settimane fa, Wolfram Alpha è finalmente entrato in funzione!
Ecco cosa vi potrà apparire nella ricerca se introdurrete una frase in italiano:



Entro breve tempo verrà implementata anche la lingua italiana.



Buon Wolfram Alpha a tutti.


Ultima modifica di NiMo il Sab Giu 13, 2009 8:57 pm, modificato 3 volte

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

In arrivo Vista SP2

Messaggio Da NiMo il Ven Mag 22, 2009 9:44 pm

"Vista SP2 in arrivo su Windows Update nelle prossime settimane"

Non è ancora stato rilasciato al pubblico ma Vista SP2 sembra sia già pronto al debutto su Windows Update. Il Service Pack 2 dovrebbe arrivare nelle prossime settimane.
Dopo l’annuncio della RTM, avvenuto il 28 aprile, non si erano avute più notizie del pacchetto di aggiornamenti per Vista e Windows 2008.
Tuttavia, un post pubblicato sul Microsoft Update Product Team Blog, parla chiaro: “tenetevi pronti all’arrivo del Service Pack 2″.
Il Service Pack 2 di Vista e Win2k8 avrà dimensioni differenti in base ai metodi scelti per installarlo: lo standalone package, ovvero il pacchetto completo, peserà tra i 302 e i 390 MB in versione 32 bit (la variazione dipende dalle lingue incluse), tra i 508 e i 622 MB in versione 64 bit.
La versione distribuita attraverso Windows Update nelle prossime settimane invece avrà un peso contenuto, grazie alla possibilità di scaricare solo il necessario: 43 MB per Vista, 47 MB per Win2k8.
Per chi vorrà bloccare l’aggiornamento automatico al Service Pack 2, è già disponibile il Service Pack Blocker Toolkit.


Ultima modifica di NiMo il Ven Lug 03, 2009 7:30 am, modificato 2 volte

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Vista SP2

Messaggio Da NiMo il Mer Mag 27, 2009 9:10 am

"Vista SP2 disponibile in inglese su Microsoft Download Center"

Vista Service Pack 2 è arrivato.
È notizia di ieri la disponibilità del Service Pack 2 per Windows Vista e per Windows Server 2008 sul sito Microsoft Download Center.
Il Service Pack 2 è disponibile in inglese e nelle “solite” altre versioni, cioè francese, tedesco, spagnolo e giapponese che precedono il rilascio del SP2 per tutte le altre edizioni localizzate di Windows.
I file da scaricare sono due e sono rispettivamente per le versioni dei sistemi a 32 Bit e per quelle a 64 Bit, la loro presenza sul Download Center di Microsoft anticipa il rilascio delle versioni distribuite tramite Windows Update, che dovrebbero essere pubblicate il 30 giugno.
Per i più impazienti, che non vogliono aspettare il rilascio della versione italiana di Vista SP2 (che consiglio vivamente), dovrebbe essere possibile applicare una procedura, già risultata efficace con Vista SP1, per installare la versione inglese ricorrendo alla modifica di alcuni parametri del registro di sistema.
Download — 32-bit
Download — 64-bit
Buon aggiornamento a tutti.


Ultima modifica di NiMo il Ven Lug 03, 2009 7:29 am, modificato 1 volta

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da NiMo il Mer Mag 27, 2009 8:53 pm

"Google lancia la ricerca in tempo reale, ma non solo!"

Da un paio di settimane circa Google ha aggiunto un nuovo servizio al suo motore di ricerca che, come prevedibile, ha fatto molto rumore nella blogosfera.
L’aspetto più quotato della nuova funzione “Show Options” di Google è la possibilità di filtrare i risultati della ricerca su base cronologica ed in particolare di effettuare una ricerca in tempo reale sulle parole chiave desiderate.
Nonostante questo aspetto sia sicuramente degno di infiniti post, è mia opinione che se ne sia parlato abbastanza, con tutte le speculazioni del caso sul rapporto fra Twitter e Google, l’effetto che il boom del real-time avrà sull’evoluzione dei motori di ricerca.
In tutto questo motivato furore per la ricerca in tempo reale di Google sono state tralasciate le altre novità introdotte da Google che pur non essendo così rivoluzionarie sono certamente interessanti:
Attraverso la funzione “Show Options” ad esempio è possibile filtrare i risultati di una ricerca su Google al fine di ottenere solo Video o risultati interni ai Forum, così come si possono ottenere solo le Reviews. Questi filtri ed altri ancora che vi invito ad esplorare possono essere incrociati, ottenendo così dei risultati molto più raffinati nella SERP (Search Engine Result Page) e facendoci risparmiare tantissimo tempo.
Ma una funzione troppo sottovalutata finora è la possibilità di visualizzare una grafico della timeline delle parole chiave ricercate. Tale opzione ci permette di verificare con un colpo d’occhio la popolarità di un termine nel corso degli anni, con tutte le considerazioni che ne derivano.
Nonostante possa sembrare riservata ai professionisti del SEO (Search Engine Optimization), ha invece grandi potenzialità. Pensate ad una ricerca linguistica piuttosto che ad una biografica. Quello che vi consiglio e di giocarci un po’ e vedrete che vi ricorderà, se ne avete l’età, dei tempi in cui scrivevate qualunque cosa nei campi di ricerca dei primi motori di ricerca, solo per vedere cosa ne veniva fuori.
La funzione per ora è ancora primitiva e restituisce risultati migliori per i termini più popolari per i quali i valori anomali non riescono a falsare il grafico, ma se Google dovesse decidere di investire su questa funzione sono certo che ne vedremo delle belle.

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Mz Cpu Accelerator

Messaggio Da NiMo il Sab Giu 13, 2009 9:07 am

"Mz Cpu Accelerator:
Come rendere più veloci i programmi aperti"
La priorità di un programma aperto nei sistemi operativi Windows, determina quante “risorse” il processore del PC deve rivolgere alle richieste che provengono da quel dato programma. I programmi aperti e anche quelli che stanno lavorando in background, hanno solitamente la stessa priorità. Quando il numero di programmi aperti con la stessa priorità è elevato, il computer incomincia a rallentare drasticamente. Per modificare la priorità, basta il task manager di windows ma è anche vero che un utente poco esperto potrebbe avere difficoltà a riconoscere i vari processi… ed allora ci viene in aiuto Mz Cpu Accelerator”.
Questo programmino gratuito, aumenta automaticamente la priorità dei programmi che stai realmente usando in modo tale che il processore del PC dia loro maggiori “attenzioni” e quindi risultino più scattanti.
La prima cosa da fare è quella di collegarsi a questo sito Internet e cliccare sulla voce Softpedia Secure Download (US), presente sul lato destro della pagina, per scaricare Mz Cpu Accelerator sul computer.
Al termine dello scaricamento, fare doppio click sul file d’installazione scaricato per installare il programma. Nella finestra che si apre, fare click sul pulsante OK. A questo punto, fare click sul pulsante Avanti e poi sul pulsante Installa.
Al termine dell’installazione, fare un click sul pulsante Fine per avviare il programma. Nella finestra principale di Mz Cpu Accelerator, spostarsi nella linguetta Options e mettere il segno di spunta alle tre voci contenute nel riquadro General Options per fare avviare il programma automaticamente all’accensione del PC.
Non resta che fare click sul pulsante Activate per fare entrare Mz Cpu Accelerator in azione! Per inserire Mz Cpu Accelerator nelle icone accanto all’orologio di Windows, premere sul pulsante Send To Tray presente accanto al pulsante Activate.
Funziona! Provare per credere.
Buon Mz Cpu Accelerator a tutti.

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da NiMo il Gio Lug 02, 2009 9:19 am

"Disponibili Windows Vista SP2 e Windows Server 2008 SP2"

Microsoft ha ufficialmente rilasciato il Service Pack 2 per i sistemi operativi Windows Vista e Windows Server 2008.

Per quanto riguarda Vista, prima di procedere al download e all’installazione del pacchetto (i link sono elencati in fondo al post) è necessario assicurarsi che sia già presente all’interno del computer l'aggiornamento SP1, mentre all’interno del file rilasciato per Windows Server 2008 sono integrati anche tutti gli aggiornamenti rilasciati in precedenza.

Ecco alcune delle novità introdotte in entrambi i sistemi operativi:
· Windows Search 4.0, per l’indexing e la ricerca dei documenti;

· Pieno supporto ai nuovi processori VIA da 64-bit;

· Gestione del risparmio energetico migliorata;

· Supporto nativo per la masterizzazione di dischi Blu-ray;

· Supporto per i timestamp UTC nel nuovo exFAT file system;

· Drivers per lettori smartcard ICCD e CCID;

· Nuove opzioni di autenticazione per il WebDAV redirector.

Per quanto riguarda esclusivamente l’SP2 di Vista, invece, ecco le principali modifiche apportate:
· Windows Vista Feature Pack for Wireless, che garantisce il pieno supporto alle specifiche Bluetooth v2.1;

· Integrazione delle funzionalità Windows Connect Now;

· Miglioramenti a Media Center e a Media Player nella gestione dei contenuti protetti;

· Risolti alcuni problemi nei processi di diagnostica di rete e di gestione delle connessioni TCP.

Infine, questi sono gli update esclusivi per Windows Server 2008:
· Integrata la versione RTM di Hyper-V;

· Abilitato l’utilizzo di vecchie chiavi di attivazione per i servizi Terminal Server.

I pacchetti sono anche distribuiti in modo automatico attraverso il servizio Windows Update, ecco i link per procedere al download degli aggiornamenti manualmente.

· Windows Vista SP2 ISO, Windows Server 2008 SP2 ISO (un’unica ISO che contiene tutti gli update, 1,7 GB);

· Windows Vista SP2 x86, Windows Server 2008 SP2 x86 (475 MB);

· Windows Vista SP2 x64, Windows Server 2008 SP2 x64 (745 MB);

· Windows Server 2008 SP2 IA64 (474 MB).
Buon aggiornamento a tutti.

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da Pink il Gio Lug 02, 2009 8:33 pm

ma quante ne sa il buon NiMo!!! lol!

_________________
Pink gira in Frisbee Euro 7 Touring Black
avatar
Pink
Admin

Numero di messaggi : 684
Età : 58
Località : Palermo
Data d'iscrizione : 28.10.08

http://bicielettriche.forumattivo.com/forum.htm

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da NiMo il Ven Lug 03, 2009 7:36 am

Wink esag ciao

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da NiMo il Ven Lug 03, 2009 2:49 pm

"Windows Vista SP2: come recuperare e liberare spazio disco dopo l’installazione"
Con il Service Pack 2 di Windows Vista e di Windows Server 2008 è stato messo a disposizione uno strumento che, terminata l’installazione del Service Pack stesso, consente di liberare dello spazio su disco.

Perchè l’installazione del Service Pack 2 sembra aumentare l’utilizzo dello spazio su disco?

L’installazione del Service Pack 2, così come quella degli altri Service Pack dei prodotti Microsoft, è pensata per consentire la disinstallazione del Service Pack nel caso in cui ci siano dei problemi, ad esempio di compatibilità, nel sistema.

Ovviamente, per salvare le copie di backup dei file modificati dal Service Pack e le impostazioni di sistema, viene allocato dello spazio su disco.

E’ però possibile eliminare questi file, e recuperare lo spazio utilizzato. Questa operazione è sicuramente meno utile sui sistemi server, mentre può esser utile sui pc client.

Cosa è importante sapere prima di recuperare lo spazio disco?

Lo spazio “extra” allocato durante l’installazione del Service Pack, consente di effettuare la disinstallazione del Service Pack in caso di problemi. Se si decide di recuperare lo spazio su disco, non sarà più possibile disinstallare il Service Pack dalla macchina.

E’ importante quindi, prima di avviare lo strumento di recupero dello spazio disco, di assicurarsi, magari utilizzando il pc per qualche giorno, che tutti i propri programmi e dispositivi funzionino correttamente anche con il Service Pack 2 installato.

Cosa fa quindi il tool Compcln.exe?

Il tool Compcln.exe, incluso con il Service Pack 2 di Windows Vista e Windows Server 2008 integra il Service Pack 2 e il Service Pack 1 nel sistema, li rende non più disinstallabili e libera lo spazio disco utilizzato dai file di backup dei due Service Pack.

Come liberare quindi lo spazio su disco, dopo l’installazione di Windows Vista Service Pack 2?

Per liberare lo spazio disco è necessario aprire un prompt dei comandi con privilegi amministrativi (Start > Tutti i programmi > Accessori > Prompt dei Comandi) e avviare il comando compcln.exe.
E’ consigliabile alla fine far partire la deframmentazione manuale dell’Hard disk (Start > Tutti i programmi > Accessori > Utilità di Sistema > Utilità di deframmentazione dischi) in modo tale da ottimizzare la distribuzione dei file all’interno dell’HD.

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da NiMo il Sab Lug 11, 2009 7:51 am

"GDI++: Il font smoothing di Mac OSX su Windows!"
Ogni carattere visualizzato sui sistemi Mac è morbido e rotondo.
Sui sistemi Windows esiste la tecnologia Cleartype che consente di smussare gli angoli dei caratteri dello schermo, ma con il font smoothing della mela non ci sono paragoni.
GDI++ è un’applicazione gratuita e no-install che, una volta avviata, porta le lettere di Mac OS X su Windows.
Tutto quello che occorre fare per trasformare i caratteri dello schermo è scaricare GDI++ da qui, scompattarne il contenuto dell’archivio GDI++.rar in una cartella qualsiasi ed avviare il programma gditray.exe.
Qualora la sfumatura standard dei caratteri non dovesse essere di vostro gradimento, la si può variare facendo click destro sull’icona di GDI++ presente nell’area di notifica di Windows e selezionando una delle voci presenti nel menu User Preferences. Quella che dovrebbe andar bene sulla maggior parte degli schermi LCD risponde al nome di He:No/LCD-RGB/Sat+4 (l’icona rossa, tanto per intenderci).
Per annullare il font smoothing fornito da questo ottimo software, non si deve far altro che chiuderlo (click destro sull’icona nell’area di notifica e click su “Exit”), mentre per avviarlo in maniera automatica ad ogni accesso a Windows basta creare un collegamento a gditray.exe nella cartella Esecuzione Automatica.
Quanti di voi sono pronti a “gustare” dei caratteri di scrittura attraenti e fare un grosso favore ai vostri occhi?
Eccovi il Link del video-tutorial: www.youtube.com/watch?v=ej7u3tT2gvI
Buon GDI++ a tutti.

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da NiMo il Lun Lug 13, 2009 9:28 am

"L’incredibile futuro di Microsoft"
Microsoft, solo Windows 7, Office, Bing, Live, Silverlight, Windows Security Essentials, Zune e altre cosettine
No, Microsoft è in prima linea nell’immaginare, progettare e realizzare il futuro.

E come potrebbe essere il futuro nel 2019 secondo Microsoft?
Associando il tatto alla carta ecco cosa ne viene fuori (in realtà, quello che vedete nel video già oggi è sperimentato nei laboratori della Microsoft):

_________________
Barcollo ma non mollo
"Il Mondo di NiMo"
avatar
NiMo
MODERATORE

Numero di messaggi : 1763
Età : 57
Data d'iscrizione : 27.10.08

Torna in alto Andare in basso

Re: "Le chicche informatiche di NiMo"

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum